Associarsi

Bit 2017 - un viaggio tra gusto e formazione

A BIT of Taste, un viaggio nel mondo del cibo


Si è conclusa con grande successo l’edizione 2017 di BIT. Altissimo l’interesse per il turismo enogastronomico, confermato dalla grande affluenza e dai molti spunti nati nell’area  
“A BIT of Taste”, curata da APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani.  


Spenti i riflettori sul mondo dei viaggi con la conclusione dell’ultima edizione di BIT, Borsa Internazionale del Turismo, che si è svolta a Fieramilanocity e MiCo. Tre giornate di business che, in 16.353 incontri di match-making hanno fatto incontrare 2.000 espositori con 1.500 top buyer profilati italiani e stranieri, oltre a più di 200 travel blogger e 2.000 esponenti dei media accreditati.

Grandissimo interesse per un settore in grande fermento, sia in Italia che all’estero, ed elevata l’attenzione per il mondo enogastronomico come motore per un turismo attento e curioso.

L’altissima affluenza di operatori e pubblico all’Area “A BIT of Taste” gestita da APCI – Associazione Professionale Cuochi Italiani - ne è stata una valida dimostrazione.

Nei tre giorni di fiera si sono avvicendate 11 regioni italiane e 4 stati stranieri, che hanno promosso attraverso seguitissimi show cooking i prodotti e i percorsi enogastronomici locali. A mostrare il valore del proprio territorio e le possibilità di interessanti percorsi turistici sono state la Basilicata, il Veneto, la Calabria, la Puglia, la Toscana, il Molise, la Lombardia, la Sardegna, la Sicilia, l’Abruzzo e le Marche. Ogni regione ha realizzato una ricetta, attraverso la quale ha raccontato una storia che ha radici nelle tradizioni e che fa parte di un percorso possibile e di valore all’interno del proprio territorio. Escursioni all’estero, poi, con un primo breve viaggio nelle tradizioni culinarie e vinicole della Repubblica di San Marino, e qualche viaggio un po’ più lontano in Paesi emergenti dal punto di vista turistico: Romania, Moldavia e Albania, che hanno animato il palco con interessanti racconti e ricette gustose. Tutti gli show cooking hanno visto, oltre alla partecipazione di chef ospiti, il coordinamento dei cuochi della squadra nazionale #APCI Chef Italia.

 

Sempre nello spazio “A BIT of Taste” si sono sfidati per un casting gli studenti di 12 istituti alberghieri, che partecipano al progetto di formazione 'Obiettivo Apprendistato', portato avanti da APCI, insieme a AMPI – Accademia Maestri Pasticceri Italiani, FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi, la prestigiosa Associazione de Le Soste, Womentech – Associazione Donne e Tecnologie. I migliori di loro sono stati scelti per il casting finale, che si terrà in ottobre a Host 2017 e permetterà loro di essere visti e selezionati per percorsi di apprendistato che siano realmente formativi all’interno delle principali strutture ristorative e alberghiere italiane ed estere. I ragazzi sono stati valutati da una giuria, che si è avvicendata nelle tre giornate, composta da stampa, formatori, cuochi e pasticcieri.

 

“Siamo veramente soddisfatti della grande attenzione per l’enogastronomia come leva per promuovere il turismo in Italia e nel mondo – commentaSonia Re, Direttore Generale dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani -  Il nostro obiettivo in questo percorso è stato proprio quello di valorizzare professionisti, giovani o già affermati, che possono portare significative competenze anche nel mondo del turismo, creando un circolo virtuoso che porti benefici al nostro Paese. Siamo felici di essere riusciti nel nostro intento e di averlo fatto all’interno di quello che è stato uno dei più importanti market place turistici, credendo nella BIT Revolution, che ha suggellato una formula di successo che ha puntato sulla qualità e sull’eccellenza.”

 

Lo spazio “A BIT of Taste” è stato anche un luogo di incontro e di networking, in cui professionisti e aziende hanno potuto confrontarsi per valutare insieme le opportunità di crescita della cucina italiana e anche di quella straniera. Un’occasione di confronto importante per il mondo della ristorazione e quello del turismo. 

Torna indietro