Associarsi

2010 - I prodotti tipici di Vicenza di  nuovo protagonisti a Milano. Con Carlo Cracco e i ristoratori vicentini si rinnova l’appuntamento col gusto e la tradizione di Vicenza Qualità

Al T Design Café della Triennale di Milano si è tenuto il consueto evento promosso da Vicenza Qualità: un “percorso del gusto” nella tradizione dei prodotti del territorio. Un incontro particolarmente significativo in quanto presenta, in un unico contesto, tutti i prodotti di stagione delle più rappresentative realtà agroalimentari vicentine: dall’Asparago Bianco di Bassano DOP all’Olio Extravergine dei Berici e del Grappa, dalle Ciliegie di Marostica IGP al Formaggio d’Asiago DOP, per arrivare poi all’inimitabile Soprèssa Vicentina DOP e al Mais Marano, e, dulcis in fundo, il dolce tipico La Gata, tutti abbinati agli straordinari Vini DOC ed alle Grappe. Momento “clou” dell’incontro il laboratorio di cucina durante il quale, Carlo Cracco, milanese di adozione, ma vicentino di nascita, ha interpretato in maniera innovativa due dei prodotti più tradizionali di questo territorio: l’Asparago Bianco di Bassano DOP e la Ciliegia di Marostica IGP.  Tre le preparazioni proposte: Riso con Asparagi Bianchi di Bassano DOP e uovo di quaglia, Asparago Bianco di Bassano impanato nel mais ed, infine, insalata di Ciliegie Candite e tartufi di mare. L’Asparago Bianco di Bassano DOP è particolarmente indicato per i risotti grazie a quello speciale equilibrio di dolce-amaro nel suo gusto. Non bisogna poi dimenticare che questo asparago è gustabile in tutta la sua lunghezza, caratteristica che lo rende ideale per un secondo “importante”. Le Ciliegie di Marostica IGP sono apprezzate, in particolare, per la loro polpa molto soda e compatta che Carlo Cracco ha esaltato nella versione candita e ha quindi accostato ai tartufi di mare. A valorizzare ulteriormente le caratteristiche di questi prestigiosi prodotti, l’intervento dei Ristoratori Vicentini con le loro proposte: Soprèssa Vicentina DOP con mousse di Asparagi Bianchi di Bassano DOP, Polenta di Mais Marano morbida e baccalà alla vicentina, Asiago stravecchio DOP, prodotto di punta, con gelatina di ciliegie e Frittatina alle erbette come aperitivi. Composizione di gamberi e Asparagi Bianchi di Bassano DOP al vapore su burrata, Millefoglie cremoso di Asiago dolce DOP e ciliegia disidratata, Zuppa di Asparagi Bianchi di Bassano DOP con uova e scopeton come antipasti; per chiudere infine il  dessert Tortino di Ciliegie e acqua di rosa ed un assaggio del dolce tipico La Gata accompagnata con gelée di grappa vicentina e biancomangiare. Un momento unico quindi, per un confronto ravvicinato con la qualità e l’eccellenza della produzione primaverile agroalimentare vicentina, così articolata e ricca da offrire innumerevoli occasioni di consumo. Oltre ai prodotti descritti non bisogna infatti dimenticare i vini che spaziano dai tipici bianchi e rossi come Vespaiolo, Gambellara, Riesling, Tai Rosso, fino ad offrire raffinati spumanti come Durello, e vini passiti come il Recioto – già ben noto anche nella versione spumante, ed il Torcolato. Ma anche l’olio non è certo da sottovalutare: sono ben due infatti le zone nella provincia di Vicenza deputate a questa coltivazione e offrono una produzione così elevata qualitativamente da aver ottenuto la DOP come “Olio Extra Vergine d’Oliva Veneto Euganei e Berici” oltre a quella “Veneto del Grappa”. “Un vero patrimonio quindi che Vicenza Qualità” afferma Germaine Barreto, Direttore dell’Ente “è impegnata ogni giorno a promuovere. Attraverso numerose iniziative portiamo nel mondo, unitamente ai nostri prodotti, anche la nostra filosofia. Il nostro impegno maggiore, oltre a quello di promuovere il prodotto finito, è quello di raccontare tutta la sua storia a monte, introducendo i consumatori in un percorso di conoscenza di una sana alimentazione di vera qualità “made in Vicenza”. Un’occasione unica, quella di Milano, per poter “mettere sul piatto” anni di qualità, tradizione, cultura e rispetto per l’agroalimentare. L’evento è organizzato da Vicenza Qualità – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza - con il prezioso intervento dei Consorzi di Tutela. Collabora l’Associazione Professionale Cuochi Italiani.

Torna indietro