Associarsi

11/6/2013 - Carlo Re

L'onesta fu il suo ideale, il lavoro la sua vita, la famiglia il suo affetto.
 
Milano, 11 Giugno 2013
 
Ci sorprendiamo a vedere quante persone sono intervenute, alcune nemmeno le conoscevamo bene ma dal loro sguardo e dalle loro parole capiamo che sono persone che papà Carlo aveva trattato nello stesso modo speciale in cui trattava noi. Ecco perché tutti gli volevano bene...ancora una volta raccogliamo i frutti di quanto lui ha seminato! Grazie di cuore a chi ci é stato così accanto, da vicino e da lontano!
 
Sonia, Jeanne e lo Staff APCI
 
 

Caro Carlo tutti i tuoi cuochi saranno in divisa bianca che è il colore della purezza per accompagnarti un ultima volta su questa terra. (Roberto Carcangiu)

 

In questo triste momento come amico e come cuoco penso a Carlo, grande uomo d'onore, grande esempio di correttezza e grande guida dei cuochi per mezzo secolo. Tutti noi dobbiamo tanto a quest’ uomo che ha lottato per la nostra categoria . Ci ha insegnato a fare squadra e spesso ci ha spronato al dialogo. Negli ultimi anni ho avuto la fortuna di frequentarlo di più e ho potuto capire il suo spirito battagliero e la sua forza. Sono triste, ma sicuro che anche da lassù ci guarderà con simpatia e affetto, perché questi erano i suoi sentimenti nei nostri confronti. A Sonia dico: "la morte è solo il termine della vita terrena ". Carlo sarà sempre con noi. Un abbraccio forte alla mamma e a tutti voi. (Sergio Ferrarini)

 

Soltanto proseguendo il cammino a testa alta, guardando avanti con grinta, onestà, perseveranza, tenacia possiamo onorare colui che ci ha infondato tali principi di vita e di lavoro, di lavoro e di vita.. Perchè del lavoro Carlo ha fatto un principio di vita. La tua energia rimarrà sempre nel cuore della nostra Associazione, la tua luce rimarrà sempre accesa. Hai portato le Berrette Bianche dove pochi avrebbero mai potuto immaginare! Ci hai dato valore, ci hai uniti e fatto comprendere che il nostro mestiere è una missione, un percorso di vita fatto solo di vera passione e dedizione. La mia solenne promessa, ma potrei parlare a nome di tutti i cuochi toscani e italiani, è quella di far diventare l'Associazione Professionale Cuochi Italiani un punto fermo per tutti coloro che desiderino tenera alta la voce della nostra categoria. Sei e rimarrai il nostro faro guida nel mezzo delle intemperie che viviamo quotidianamente. Con tanto amore ci stringiamo intorno a Sonia e alla tua e nostra famiglia. (Simone Falcini)

 


Da quando ho appreso la notizia tristissima convivo con un "nodo" di tristezza alla gola. Comprendo quindi appieno il vostro dolore e condivido il vuoto che la sua assenza lascerà irrimediabilmente nella nostra quoridianità. Conoscete il profondo sentimento di affetto e stima che mi legavano a questa meravigliosa persona, che rimarrò per sempre felice e onorata di aver incontrato lungo il mio percorso umano e professionale (Clara Mennella)

 

Torna indietro